Privacy Policy
martedì, 28/6/2016 | 6:53 CEST
Lo Sai
You are here:  / Estero / Featured / USA: professore pioniere dei “gender studies” arrestato per pedofilia
la-me-ln-exusc-prof-pleas-guilty-to-sex-with-y-001

USA: professore pioniere dei “gender studies” arrestato per pedofilia

Walter Lee Williams, nato il 3 novembre 1948, era professore di Antropologia, Storia e Gender Studies alla University of South California. E’ stato un pioniere nel campo degli studi di genere e gode di una grande esperienza nel campo dell’attivismo per i diritti umani.

Quando era studente ad Atlanta negli anni Sessanta amava e si lasciava ispirare dalle idee di Martin Luther King e dalla sua lotta per i diritti civili. Nel 1968 passò all’attivismo gay grazie alla campagna di Anita Bryant, per Save the Children. Williams si distinse in particolare per il lavoro svolto con la comunità lesbo-gay di Atlanta. Successivamente, da antropologo, Il suo interesse per le tribù dei nativi americani lo ha portato a viaggiare molto e una delle sue aree di studio e specializzazione è diventata “La sessualità nel Pacifico del Sud”.

Williams fa parte di un’organizzazione religiosa conosciuta a Los Angeles col nome di “Buddhist Universal Association”, la quale è stata definita dalla FBI come un gruppo la cui ideologia è connotata da “una libertà sessuale estrema”. Durante le indagini sulle pratiche della setta, la FBI ha scoperto che molti membri, pur avendo fatto voto di celibato, potevano avere ugualmente rapporti sessuali con ragazzi giovani.

Con la scusa della ricerca accademica si è recato più volte nel Sud Est asiatico e stando a quanto hanno riferito i procuratori federali, l’insigne professore usava quei viaggi per fare sesso con ragazzi minorenni. Gli investigatori sono convinti che le sue vittime siano state almeno 10, di età compresa tra i 9 e i 17 anni.

Stando alla sentenza del tribunale, Williams, nel 2010, teneva delle sessioni di sesso via webcam con due ragazzini di 13 e 14 anni residenti nelle Filippine. L’anno successivo, si è recato nel loro paese per fare sesso con entrambi e con un ragazzo quindicenne. Al tempo, l’uomo aveva 62 anni. I documenti dimostrano che, mentre era lì, ha anche avuto contatti sessuali con altri tre sedicenni.

Quando l’11 febbraio 2011 ritornò all’aeroporto internazionale di Los Angeles, fu “intercettato” e gli venne trovato addosso del materiale pedo-pornografico. Il professore se ne andò da Los Angeles una settimana dopo l’interrogatorio della FBI.

Un anno fa, un avvocato ha portato alla FBI del materiale video che Williams aveva donato a “ONE – National Gay and Lesbian Archives” e nel quale – stando alle informazioni fornite dal tribunale – vi erano “lascive rappresentazioni visuali di minori”. Immagini simili a quelle rinvenute dalla FBI a casa di Williams dopo una perquisizione.
Tra i riconoscimenti accademici di Williams si conta anche un USC General Education Outstanding Teacher Award , conseguito nel 2006.

Pensate un po’!

Ci sono quelli di sinistra che vorrebbero dargli il premio Outstanding Teacher per il 2014. Lui continua ad essere una guida per il movimento “spacca patriarcato” di sinistra. Lui è ancora, nonostante tutto, un eroe.

[Traduzione a cura di Lo Sai]

Fonte