Privacy Policy
martedì, 26/7/2016 | 5:56 CEST
Lo Sai
You are here:  / Featured / Propaganda / Veneto / Veneto – Patrocinio al gay pride? Anche no, grazie
1gay

Veneto – Patrocinio al gay pride? Anche no, grazie

Patrocinio al gay pride? Anche no, grazie.

Questa –detta in soldoni- è la risposta della Regione Veneto che, tramite il proprio Assessorato alle Pari Opportunità, con questa scelta ha prestato il fianco a scontate polemiche ma, allo stesso tempo, ha dato seguito e rispetto alla volontà popolare.

Chi ci ha eletti” dichiara il Consigliere della Lega Nord, Nicola Finco “non l’ha fatto certo perché avvallassimo sfilate carnevalesche della lobby omosessuale, che già imperversa tra i bimbi, costretti a sorbirsi fiabe gay già all’asilo o libri che sviliscono la famiglia alle scuole medie.”

“Sapevano perfettamente” prosegue “a che valori ci richiamavamo, in primi a quello della famiglia tradizionale.”

Giusto. Anzi, no: giustissimo. Siamo talmente abituati a vedere parte della classe politica che prende impegni in un senso durate la campagna elettorale ma che poi a quella linea su cui si è speso non dà seguito, che queste parole invece che risultare lineari e scontate, suonano quasi straordinarie. Quanto accaduto in Veneto però dimostra soprattutto un’altra cosa: a certe richieste si può tranquillamente dire di no.Non c’è scritto da nessuna parte che ci si debba genuflettere od in ossequio al politicamente corretto o per pavidità. Anzi, è addirittura possibile fare la cosa più naturale del mondo: sostenere la famiglia tradizionale come fatto dall’altra grande Regione del nord Italia, la Lombardia, con la mozione votata recentemente che la rende totalemente “gender free”.
Ci si può immaginare il tenore delle polemiche ma, rimettendo tutto al proprio posto e dando a ciascun aspetto il peso specifico corrispondente, a ben vedere queste non sono altro che bufere in un bicchiere d’acquaPer dirla a chiare lettere: “La Regione ha tutto il diritto di negare il patrocinio a una manifestazione se ritiene che questa non risponda in toto a valori comuni ai veneti.” Veneti sì, ma non solo loro.

 

Fonte