sabato, 25/10/2014 | 9:10 CEST
Lo Sai
You are here:  / Featured / Massoneria e Nuovo Ordine Mondiale / Propaganda / Sesso con animali sempre più praticato, scopriamo perché.
re6

Sesso con animali sempre più praticato, scopriamo perché.

- di Daniele Di Luciano –

Lo scorso 10 ottobre “Il Messaggero” titolava:

Il sesso con animali esplode nel Nord Italia. Aidaa: casi in Lombardia e Ticino

Una “pentita” ha denunciato che nelle zone di Milano, Como, Sondrio, Novara, Varese e Lugano, si svolgerebbero orge tra uomini, donne e animali (cani e altro).

Lorenzo Croce, presidente dell’Associazione Italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente (AIDAA), ha dichiarato:

«ci sono alcuni capi gruppo che mettono a disposizione le loro case di campagna per organizzare incontri di sesso con animali ed orge. Questo gruppo che appare abbastanza chiuso è però sempre alla ricerca di proprietari di cani da inserire o per affittare i medesimi animali e i cavalli per le loro porcherie»

Questa fine settimana l’AIDAA, dopo aver effettuato controlli incrociati, specialmente su indirizzi di posta elettronica, ha deciso di sporgere denuncia al Ministero pubblico, come leggiamo in questo articolo di “Ticino News”.

L’associazione ha anche annunciato la nascita di un telefono arancione per denunciare gli abusi sessuali degli umani sugli animali. [Fonte]

Bisogna riconoscere i meriti dell’AIDAA per aver fatto venire a galla questa realtà. Però sembra quasi che il problema più grosso, in tutta questa storia, sia l’abuso sugli animali. Ma, dico io, centinaia (o forse migliaia) di persone si riuniscono per fare sesso con cani e cavalli e l’aspetto più preoccupante sarebbe la violazione dei diritti degli animali??

Ma… Ma… Ma stiamo scherzando?

A mio avviso bisognerebbe dare la priorità all’analisi del fenomeno dal punto di vista “umano” prima che da quello animale, e chiedersi: “Perché delle persone (magari genitori di famiglia) dovrebbero andare alla ricerca di simili “emozioni”?”

Delle risposte ci sarebbero ma sono dure da accettare. Analizziamole senza preconcetti:

1. Gli animali sono sempre stati considerati esseri “inferiori” rispetto agli uomini. Mi sentirei idiota a motivarne le ragioni e spero nel buonsenso del lettore. Ultimamente però, gli animalisti estremisti portano avanti un’idea diversa: gli animali non sono inferiori agli uomini. Affermano questo sulla base di quele riflessioni partite da Darwin e che, nel corso degli anni, si sono “evolute”. L’uomo non è superiore agli animali perché l’uomo stesso è un animale. Gli animalisti estremisti, infatti, si definiscono “antispecisti“: l’uomo è un essere vivente con gli stessi diritti di un cane, ma anche con gli stessi diritti di uno scarafaggio. Sembra paradossale ma la nostra cultura è impregnata di questi concetti più di quanto s’immagini. Ecco perché dopo la scoperta delle orge tra uomini e animali non si è pensato alla grave decadenza umana ma ai diritti degli animali… E arriviamo al paradosso: sono gli stessi animalisti estremisti che mettono le basi per situazioni del genere. Se io sono uguale al cane, perché non posso “amarlo”? Cito dalla fonte precedente:

Oggigiorno nessuno più si scandalizza del fatto che un animale domestico venga trattato alla stessa stregua di un figlio, di un amico o di un parente stretto, al punto che è tacita l’accettazione della presunta normalità di scelte di vita che tendono a privilegiare il rapporto con gli animali piuttosto che con gli uomini: single e coppie che decidono di non avere figli per sostituirli con uno o più animali domestici e riversare su di loro buona parte di quelle attenzioni e di quell’affetto che è dovuto solo agli esseri umani (non sono così rari gli episodi di persone che nominano come eredi del loro patrimonio il cane o il gatto…). Dunque, se non v’è differenza alcuna tra l’uomo e l’animale (anche dal punto di vista dei diritti) qualunque tipo di prossimità affettiva e psicologica è implicitamente incoraggiata, perciò anche quella che li vede come partner sessuali.

Guardate questo video del WWF:

2. Abbiamo affrontato, in questo precedente articolo, il discorso della pornografia come droga. Ve lo riassumo: droga è qualsiasi sostanza che alteri il nostro organismo. Alcuni tipi di droghe possono essere prodotte dal nostro stesso corpo. Pensiamo all’adrenalina: se uno si spara in vena delle dosi di adrenalina, è evidente che si stia drognado. L’adrenalina, però, la possiamo anche produrre da soli, per esempio quando ci spaventiamo. Si tratta sempre della medesima sostanza, in entrambi i casi. Si possono considerare droghe anche gli ormoni che produciamo quando siamo eccitati. La pornografia, sempre più diffusa e considerata “innocua”, va a stimolare proprio la produzione di quegli ormoni. Ed eccoci al punto: esattamente come il drogato diventa assuefatto della droga ed è costretto ad aumentare le dosi, così il consumatore di pornografia diventa assuefatto di immagini e, per eccitarsi, deve trovare immagini sempre più forti. Così dal video erotico si passa al video che contiene scene di sesso, poi a quello che mostra il sesso di gruppo, poi a quello che contiene pratiche malate come il sado-masochismo o il feticismo e… dopo? Alla fine si arriva al sesso “animal”. Infatti leggo, sempre dalla precedente fonte, che

sembra essere in netto aumento la pratica dei rapporti sessuali con animali, al punto che il fatturato derivante da siti internet, video hard e film a pagamento si aggira intorno ai 50 milioni di euro l’anno. Ogni anno appaiono sui siti online circa 4.000 annunci di persone che cercano ed offrono sesso a pagamento con animali e ben 15.000 siti pornografici offrono materiale scaricabile.

3. Per i motivi che i lettori del nostro sito avranno ben compreso, l’élite inserisce in ogni prodotto destinato alle grandi masse, dei messaggi più o meno subliminali per spingerci all’accettazione di comportamenti sempre più malati. Tale subdola propaganda riguarda anche il sesso con gli animali. Già nel 1992, uscivano foto come questa:

La signorina nuda che abbiamo censurato è Madonna. [INIZIALMENTE AVEVAMO RIPORTATO UNA FOTO MA GRAZIE ALLA SEGNALAZIONE DI UN UTENTE NEI COMMENTI, ABBIAMO DECISO DI RIMUOVERLA] Nella foto originale indossa solo i guanti, un mini perizoma e una coda. È più che esplicito il riferimento al sesso con il cane. Anche il fotografo autore di questo e altri scatti simili, disse di aver fotografato Madonna nelle sue fantasie sessuali… Che schifo. Eppure le associazioni di animali non dissero nulla, Madonna continua a essere considerata una “Star” e milioni di ragazze di diverse generazioni tendono a imitarla…

Ma esistono anche altri messaggi meno espliciti. Ve ne mostrerò uno solo ma ne siamo circondati. Alcuni sorrideranno ma c’è ben poco da ridere. Cliccando qui vedrete la locandina di un videogioco famosissimo conosciuto in tutto il mondo: Resident Evil 6. In tanti si sono accorti del messaggio subliminale ma la maggior parte di loro lo ha sottovalutato. Alla luce delle considerazioni fatte fin qui, per voi è un semplice “scherzo” inserire nel “6” della locandina l’immagine di una donna “molto vicina” a una giraffa o si tratta di un tentativo di condizionamento? NB un messaggio subliminale del genere, ovviamente, non fa venire la voglia di andare con una giraffa ma è un piccolo input che si deposita nel nostro cervello, nel nostro inconscio e, se considerato all’interno del bombardamento quotidiano a cui siamo sottoposti, può rivelarsi, come minimo, diseducativo. Tra l’altro, nel logo giapponese del gioco è ben visibile anche la scritta “SEX” in alto a sinistra.

 

Concludo con gli spot televisivi. Questa è un’immagine dell’ultimo spot di Oliviero Toscani, in cui “uomini animali” circondano sensualmente una donna. L'”artista” è recidivo: già nel 2010 aveva realizzato questo:

 

email
  • Maria Pia

    Oggi va di moda dire ognuno fa ciò che vuole, peccato che questo non dovrebbe usurpare la libertà degli altri ma invece in troppi pensano che è esemplare far vedere come godono della loro libertà (?). La mancanza di moralità non è segno di libertà ma della perdita di autocontrollo e di rispetto degli altri con conseguenze nefaste sulla società. L’antispecismo non c’entra, chi ama gli animali non li violenta ne’ li strumentalizza al loro piacere (SIC!) Solo l’essere amorale può perpetuare tale misfatto. Gli immorali non disdegnano nemmeno la violenza sui bambini che è tutto dire.

  • agnese

    Sono d’accordo sull’articolo che ritengo interessante e approfondito sull’argomento, ma l’immagine di Madonna, in più criptata, che compare nelle bacheche di chi condivide mi sembra inadeguata ….così gli adolescenti per andare a vedere l’originale …beh lasciamo perdere.
    Inoltre mi sembra che a queste foto della pop star sia stata fatta abbastanza pubblicità e non è il caso di farne altra…criptata poi…non c’è niente che attira di più di ciò che è nascosto.
    So benissimo che in televisione e sui giornali possono vedere di tutto, che qualcuno potrebbe ritenermi esagerata o addirittura pensare che abbia dei problemi personali a riguardo… Ma non è così. Conosco i bambini e i ragazzini e faccio di tutto, nonostante sia una voce fuori dal coro, per proteggerli da qualunque cosa, anche minima che possa scandalizzarli Grazie.

    • Daniele Di Luciano

      Grazie Agnese, abbiamo rimosso la foto.

  • Tiziana

    Agnese grazie a te per la tua rara sensibilità. Ci vuole molta cautela nel trattare questi argomenti, anche perchè una gran parte degli utenti di fb è minorenne. A Madonna, poi censurata o no,non è il caso di fare un’ulteriore pubblicità. E’ quello che lei vuole.

  • Piero

    “droga è qualsiasi sostanza che alteri il nostro organismo” ????????

  • dany

    ma quanta chiusura mentale da parte del autore del articolo ..puah!risulta da questo stupido e mal scritto articolo che sarebbe la colpa degli animali x tutto quanto e’ questo solo xche trattati troppo bene ai giorni nostri..poi quanta arroganza…gli animali sarebbero esseri inferiori quindi non dobbiamo preoccuparci x loro ma x gli sfigati pervertiti che stanno abusando di questi poveri esseri..mah!ma vai a lavorare hombre e lascia stare..non sei meglio del’elite e di quelli che stai criticando qui…fammi il piacere!

    • Francesco

      certo diventate come gli animali, chissà se arriverà il momento che capirete che un animale è una cosa, e un uomo è tutt’altro, puoi paragonare un animale, ad un elettrodomestico più complesso, ma non puoi vedere un essere umano, come una macchina complessa

  • feder

    L’articolo è interessante e lascia riflettere. Incuorisito dall’argomento ho approfondito ed ho visto in internet video con rapporti sessuali tra donne e cani e cavalli. Certo vedere una donna che spompina un cane e/o un cavallo fa pensare che è donna di stomaco se pensi poi che si fa eiaculare in bocca copiosamente. Certo non so se sono porno star (iper-pagate per la prestazione) o ninofomani estreme … certo che sono incredibilmente stra-ordinarie. Inoltre, ho viste che se la fanno leccare dal cane ed adirittura penetrare davanti e di dietro ….. deviazioni!!?? senso di piacere estremo!!!??? necessità economiche???!!! chissà! comunuqe mi piacerebbe chiederlo direttamente alle donne che hanno fatto l’esperienza, per capire il meccanismo psicologico!! …. chissà se mai qualcuna di loro accetterà l’intevista … fiducioso, un saluto a tutti

  • Olghetta

    Non si sottolinea il DIRITTTO DEGLI ANIMALI AD AVERE RAPPORTI SESSUALI CON L’UOMO – ANCHE GLI ANIMALI RICEVONO PIACERE DA TALI PRATICHE, diveramente avrebbero causato traumi all’uomo ;))

    • Gio

      Hai capito tutto te…infatti gli animali provano lo stesso piacere di una donna o di un bambino mentre vengono stuprati, anche loro potrebbero provocare danni al violentatore…ma stando al tuo pensiero…… Ti consiglio di informarti bene prima di fare un affermazione del genere poiché è dimostrato che un uomo che stupra un animale lo fa principalmente per un senso di dominio sul più debole e ai suoi occhi un animale o un bambino non fanno troppa differenza!

      • Elisa

        hai ragione Giò, io sono anche contro questa cosa, però devo dire che su ALCUNI video che ho visto per aver più dati sull’argomento non penso ci fosse cotrizione dell’animale :( (si trattava di cane di secco maschile con una donna…)
        Altri video con i casi inversi non ne ho trovati (per mia fortuna), ma posso solo immaginarmi la violenza :(

  • Giulia

    Lasciamo a sto punto che i pedofili abusino ( e non stuprino ) dei bambini. Io non credo che il senso morale sia a scompartimenti e quindi dire: ” si, scopatevi i cani, cavalli, pecore. Tanto non sono esseri umani e magari gli piace pure”, per poi fare i moralisti per i pedofili ( i greci erano dei grandi intenditori di giovani orifizi anali) …dai su! MAGARI AL BAMBINO PIACE PURE, ALLA FINE. E ora qui penserete: si ma un bambino non ha le facoltà per capire che sia una cosa sbagliata. E un animale si? Ma il bambino avrà problemi in futuro! Un cane no? Persino il Satanismo di Lavey afferma che il sesso inter specie è un atto meschino. Scommetto che state pensando: ma chi se fotte??? La verità è che all’uomo non fotte un cazzo della propria specie e a maggior ragione delle altre e credo che questo sia il fulcro della questione. Ci sono uomini e donne che si eccitano vedendo ( e/o praticando) film snuff con bambini in cui, per chi non lo sapesse, il bambino protagonista viene prima stuprato e poi ucciso! ( esattamente come succede nei bordelli in Danimarca con i cani ) Figuriamoci quindi se un deviato mentale può farsi tanti problemi a sfondare il retto a qualche povero cane, o qualche depravata a farsi ingroppare. Pensare che questa merda respira la mia stessa aria mi fa vomitare. Spero che muoiano, il prima possibile e male.
    ps: Alla fine del mio discorso il tizio che ha scritto l’articolo dirà:” si! ma sono solo animali”. Anche Hitler pensava che fossero solo ebrei.

  • Laura

    Sono rimasta molto male nel leggere questo articolo su questo sito, al quale sono molto affezionata, perché seguo articoli, video e interventi dei suoi creatori da molto tempo. Purtroppo quando si esaminano fatti e comportamenti alla luce di una teoria, può accadere di fare degli errori, pur di renderli spiegabili alla luce della teoria alla quale siamo legati. In questo caso mi riferisco all’idea che i “cattivi”, quelli che ci ingannano ogni giorno praticamente su tutto, sminuiscano l’uomo e difendano i suoi diritti meno che quelli delle altre specie animali presenti sul pianeta. Eppure non siamo, non dovremmo essere in gara… noi e le altre creature viventi. Ma veniamo a noi. L’autore dell’articolo si chiede indignato: ma come, uomini che si accoppiano con animali e l’unica cosa di cui ci si preoccupa è la difesa degli animali??? ….. Il fatto è che le questioni sono due, l’orrore per questi comportamenti e la salute e i diritti degli animali. Ma la seconda viene per prima per il semplic emotivo che si tratta di violenza o cme minimo corruzione. L’animale è più debole. L’uomo lo prende, lo conduce, lo costringe o lo istiga ad un comportamento che non ha scelto di mettere in atto. Ovviamente subito dopo viene l’altra questione, ovvero la punizione e l’interrogarsi sul perché di tali aberrazioni.
    Non so se è il caso di proseguire… Ma che senso ha speigare che non ha senso dire che sono gli stessi “animalisti estremi”a incoraggiare paradossalemnte questi comportamenti, dato che se siamo una specie tra le altre, perché precluderci la gioia di amarci..???? ma perchè forse un gatto, un cane ecc,.. ci amano in un altro modo.. sano e dolce… ovvero facendoci le feste..??? Mi perdonerà l’autore se uso le sue stesse parole.. ???? “Mi sentirei idiota a motivarne le ragioni e spero nel buonsenso del lettore”. Ma tanto… ci spero davvero davvero tanto… Anzi, IO CI CONTO.

  • Mariella Caggiano

    Comincio col dire che ringrazio chi ha scritto questo articolo, perché mi ha dato modo di scoprire una realtà che non conoscevo. Io sono fra quelle (poche?) persone che non vedono la cattiveria. Non vedo le immagini subliminali a meno che non me le indichino chiaramente, neppure penso che certe cose possano esistere. E di questo mi vanto e mi vanterò finché ho vita. Però ringrazio profondamente chi mi mette in condizioni di capire quello cui non arrivo. Non ringrazio affatto, invece, per il concetto secondo cui gli animali sarebbero inferiori agli uomini. Non credo che lo siano. Credo, invece, che, pur essendo noi solo animali fra gli animali, non dovremmo usare questa cosa come scusa per depravazioni che fanno male agli uomini come agli animali. Gli animali non mescolano le razze, sessualmente. Mentre le unioni di uomini di qualsiasi cosiddetta razza, visto che di fatto la razza umana è una, sono una cosa del tutto naturale, come per i cani delle varie razze (siamo noi che le chiamiamo razze), non vedrete mai un cane accoppiarsi con un gatto o con un cavallo. Al di là di questo, leggevo commenti che ricordavano come gli animali possono essere paragonati ai bambini, soprattutto, a mio avviso, nella loro soggezione verso l’uomo (animali) adulto (bambini). E comunque, visto che non stiamo nella psiche degli animali, non possiamo sapere cosa gli facciamo con pratiche di questo tipo. A questo proposito direi al signore che definisce gli animali come oggetti paragonabili ad elettrodomestici, di rivedere il concetto di oggetto animato e oggetto inanimato. Ho 3 cani e 1 gatto e so per esperienza diretta che provano emozioni e sentimenti. Il mio pc non le prova. Che poi i cosiddetti specisti siano strani, è vero, temo. Ho letto di una signora che non vuole disinfestare la testa della figlia dai pidocchi per non ucciderli. Ma si sa che di strani è pieno il mondo. Si sa? Secondo me il fulcro della questione sta in questo. La stranezza può andar bene, è originalità. Tuttavia a me sembra che più che stranezza, ci sia alla base un malinteso senso dell’emozione a tutti i costi. Trovo illuminante il ragionamento sull’adrenalina. È, temo, lo stesso motivo per cui fioriscono gli sport estremi; per cui un ragazzo, ieri, di è sfracellato da un tetto cercando di saltar da lì ad un altro tetto; per cui una relazione si chiude quando non da più le farfalle nello stomaco. I messaggi di cui si parla nell’articolo e le infinite contraddizioni che ci fanno ingoiare come notizie, il trash, forse, il gossip e tanto altro di negativo, becero e pacchiano, ci hanno condizionati a ritenere che la vita debba essere fatta di adrenalina e gioia, invece che di lavoro e cultura e adrenalina e gioia. E la vita fatta di sola adrenalina e gioia perde cose sostanziali come l’altruismo, la solidarietà, la socialità sana, la moralità, il rispetto, persino la semplice educazione.

  • Valerio Borghi

    Ho notizia, anche da alcuni blogger tedeschi, che molte donne praticano questo tipo di sessualità, sopratutto con i loro cani, il mio punto di vista è che essendo una pratica contro natura, sarebbe meglio non farvi ricorso, comunque bisogna considerare anche la crudeltà verso questi animali che subiscono molestie gravi contro la loro volontà.

  • Fla

    D’accordo con tutto, tranne che per questo: “Ma, dico io, centinaia (o forse migliaia) di persone si riuniscono per fare sesso con cani e cavalli e l’aspetto più preoccupante sarebbe la violazione dei diritti degli animali??

    Ma… Ma… Ma stiamo scherzando?

    A mio avviso bisognerebbe dare la priorità all’analisi del fenomeno dal punto di vista “umano” prima che da quello animale, e chiedersi: “Perché delle persone (magari genitori di famiglia) dovrebbero andare alla ricerca di simili “emozioni”?” ”

    A me sinceramene non me ne frega una beata minchia del motivo per cui una persona gode a far sesso con un animale. A me interessa innanzitutto che non venga fatto del male gratuito ad esseri viventi (umani o animali che siano) che non possono nemmeno difendersi da simili crudeltà. Quindi risparmiami il discorso sulla psiche umana e tutte le indagini sociologiche del caso: non me ne frega niente, o meglio non me ne importa in modo prioritario. Magari è utile fare un’indagine DOPO aver tutelato gli esseri senzienti indifesi. Ma se tuo figlio venisse stuprato brutalmente da dei malati mentali, tu ti metteresti a riflettere pazientemente e a chiederti “ma perché questi individui stanno violentando mio figlio? cerchiamo di capirli…” … ma ..ma .. ma .. ma stai scherzando tu forse??!!!

  • Elisa

    Premettendo che trovo abbastanza ridicole le accuse agli animalisti da parte dell’autore di questo articolo, volevo solo far sapere che questa pratica è nota dall’antichità…
    faccio solo notare i miti secondo cui gli Dei dell’olimpo scendevano sulla terra a concepire semidei adottando le forme più svariate (dal cigno al toro alle caprette), non sò se siete mai stati al museo di Napoli, nella parte riservata ai maggiori di 14 anni…
    Passando per il medioevo vi sono moltissimi racconti di tradizione orale nell’europa del nord che vedono protaginisti uomini e donne-pesce (tra cui anche le sirene ovviamente) o serpente, per non parlare di miti più locali (basti pensare alla storia del Foionco, l’uccello dalle tre zampe, dell’Italia del nord).
    Altro caso interessante che vorrei citare è il “shokushu goukan”, con radici nel 1820 con le stampe dell’artista Hokusai ma tornato molto di moda in questi anni in Giappone, paese dove il concetto di “Animalista” non è certamente preso molto in considerazione.
    Cito poi da un “divertente” libro, Nero Veneziano edizioni VeneziaEnigma, che raccoglie i casi più stravaganti della cronaca nera di Venezia, un articolo (a pagina 49) del giornale “L’Annunziatore” del 19 agosto 1850 dove per un malinteso il grande cane nero
    dell’avvenente vicina di stanza parigina (siamo in un abergo) viene visto attraverso la serratura mentre pratica una cunnilingus alla suddetta padrona. Complice la scarsa visuale viene scambiato per il marito della spiona, così la sposa apre velocemente la porta e in un impeto di ferocia pugnala la povera bestia alle spalle. Resasi poi conto del malinteso non è più possibile arginare la notizia dell'”canicidio” che si sparge velocemente.

    Ora non mi è stato possibile trovare articoli antecedenti, ma non vi è comunque dubbio che le affinità sesso-animali sono ben più tarde al fenomeno (moderno) degli animalisti. Ciò non toglie che i messaggi in questo verso siano tanti, ma certo prima di puntare il dito un po’ di cultura in più non guasterebbe.
    Sono convita che ogni estremismo vada condannato, l’amore per un animale non dovrebbe andare oltre alle affettuose carezze come l’amore per un bambino non dovrebbe mai sfociare nella pedofilia. Il fatto che negli ultimi anni casi del genere siano aumentati è probabilmente da associarsi allo stress di una società sovrappopolata che non riesce a lasciarne soddisfatti i componenti, che di conseguenza cercano nuovi e più potenti stimoli e producono un nuovo mercato di domanda&offerta. In sostanza credo che ognuno sia responsabile delle proprie scelte, indipendentemente dagli stimoli che possiamo avere intorno, in quanto scusando ed alleviando le colpe dei violenti non si otterrà mai una diminuzione dei crimini.

    Infine, tralasciando le accuse alla cieca dell’autore, trovo lodevole l’impegno nell’affrontare un argomento certamente difficile e sono felice del suo operato in quanto ha dato visibilità ad una tematica poco discussa.
    Nella mia città, nelle sedi veterinarie e nei negozi per animali, stanno raccogliendo le firme per approvare una legge che condanni questi atti attualmente non perseguibili, se vi è possibile vi esorto ad unire la vostra firma.

  • Antonio Santoro

    Che schifo.

  • Jesus

    Ma dico, ora è colpa del darwinismo e del wwf se ci sono degli imbecilli che, consenzientemente per loro (e non per gli animali per questo si parla di sfruttamento), si fottono degli animali? Ma è dai tempi antichi che i pastori si fottono le pecore, mica è una cosa di oggi. Sembrate nati ieri. Ma dico voi, davvero non credete al Darwinismo? Che l’uomo è un animale? Ma non capite che con questa scusa fino ad oggi abbiamo distrutto la terra? E approfittato degli animali? Di certo un animalista non farebbe mai una cosa del genere, poichè ama gli animali. I diritti degli animali devono essere uguali a quelli dell’uomo, proprio perchè l’uomo è un dittatore e sentendosi superiore si approfitta degli esseri più+ deboli, per questo i DIRITTI. Se siamo uomini, allora dobbiamo prenderci la responsabilità anche degli animali, come faceva s francesco. Fate collegamenti degni di uno schizofrenico paranoico, ma del resto un cristiano che cosa può essere se non un povero psicotico? Darwin e il sesso con gli animali, ma che… mah!