martedì, 1/9/2015 | 6:22 CEST
Lo Sai
You are here:  / Featured / Massoneria e Nuovo Ordine Mondiale / Propaganda / Sesso con animali sempre più praticato, scopriamo perché.
re6

Sesso con animali sempre più praticato, scopriamo perché.

– di Daniele Di Luciano –

Lo scorso 10 ottobre “Il Messaggero” titolava:

Il sesso con animali esplode nel Nord Italia. Aidaa: casi in Lombardia e Ticino

Una “pentita” ha denunciato che nelle zone di Milano, Como, Sondrio, Novara, Varese e Lugano, si svolgerebbero orge tra uomini, donne e animali (cani e altro).

Lorenzo Croce, presidente dell’Associazione Italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente (AIDAA), ha dichiarato:

«ci sono alcuni capi gruppo che mettono a disposizione le loro case di campagna per organizzare incontri di sesso con animali ed orge. Questo gruppo che appare abbastanza chiuso è però sempre alla ricerca di proprietari di cani da inserire o per affittare i medesimi animali e i cavalli per le loro porcherie»

Questa fine settimana l’AIDAA, dopo aver effettuato controlli incrociati, specialmente su indirizzi di posta elettronica, ha deciso di sporgere denuncia al Ministero pubblico, come leggiamo in questo articolo di “Ticino News”.

L’associazione ha anche annunciato la nascita di un telefono arancione per denunciare gli abusi sessuali degli umani sugli animali. [Fonte]

Bisogna riconoscere i meriti dell’AIDAA per aver fatto venire a galla questa realtà. Però sembra quasi che il problema più grosso, in tutta questa storia, sia l’abuso sugli animali. Ma, dico io, centinaia (o forse migliaia) di persone si riuniscono per fare sesso con cani e cavalli e l’aspetto più preoccupante sarebbe la violazione dei diritti degli animali??

Ma… Ma… Ma stiamo scherzando?

A mio avviso bisognerebbe dare la priorità all’analisi del fenomeno dal punto di vista “umano” prima che da quello animale, e chiedersi: “Perché delle persone (magari genitori di famiglia) dovrebbero andare alla ricerca di simili “emozioni”?”

Delle risposte ci sarebbero ma sono dure da accettare. Analizziamole senza preconcetti:

1. Gli animali sono sempre stati considerati esseri “inferiori” rispetto agli uomini. Mi sentirei idiota a motivarne le ragioni e spero nel buonsenso del lettore. Ultimamente però, gli animalisti estremisti portano avanti un’idea diversa: gli animali non sono inferiori agli uomini. Affermano questo sulla base di quele riflessioni partite da Darwin e che, nel corso degli anni, si sono “evolute”. L’uomo non è superiore agli animali perché l’uomo stesso è un animale. Gli animalisti estremisti, infatti, si definiscono “antispecisti“: l’uomo è un essere vivente con gli stessi diritti di un cane, ma anche con gli stessi diritti di uno scarafaggio. Sembra paradossale ma la nostra cultura è impregnata di questi concetti più di quanto s’immagini. Ecco perché dopo la scoperta delle orge tra uomini e animali non si è pensato alla grave decadenza umana ma ai diritti degli animali… E arriviamo al paradosso: sono gli stessi animalisti estremisti che mettono le basi per situazioni del genere. Se io sono uguale al cane, perché non posso “amarlo”? Cito dalla fonte precedente:

Oggigiorno nessuno più si scandalizza del fatto che un animale domestico venga trattato alla stessa stregua di un figlio, di un amico o di un parente stretto, al punto che è tacita l’accettazione della presunta normalità di scelte di vita che tendono a privilegiare il rapporto con gli animali piuttosto che con gli uomini: single e coppie che decidono di non avere figli per sostituirli con uno o più animali domestici e riversare su di loro buona parte di quelle attenzioni e di quell’affetto che è dovuto solo agli esseri umani (non sono così rari gli episodi di persone che nominano come eredi del loro patrimonio il cane o il gatto…). Dunque, se non v’è differenza alcuna tra l’uomo e l’animale (anche dal punto di vista dei diritti) qualunque tipo di prossimità affettiva e psicologica è implicitamente incoraggiata, perciò anche quella che li vede come partner sessuali.

Guardate questo video del WWF:

2. Abbiamo affrontato, in questo precedente articolo, il discorso della pornografia come droga. Ve lo riassumo: droga è qualsiasi sostanza che alteri il nostro organismo. Alcuni tipi di droghe possono essere prodotte dal nostro stesso corpo. Pensiamo all’adrenalina: se uno si spara in vena delle dosi di adrenalina, è evidente che si stia drognado. L’adrenalina, però, la possiamo anche produrre da soli, per esempio quando ci spaventiamo. Si tratta sempre della medesima sostanza, in entrambi i casi. Si possono considerare droghe anche gli ormoni che produciamo quando siamo eccitati. La pornografia, sempre più diffusa e considerata “innocua”, va a stimolare proprio la produzione di quegli ormoni. Ed eccoci al punto: esattamente come il drogato diventa assuefatto della droga ed è costretto ad aumentare le dosi, così il consumatore di pornografia diventa assuefatto di immagini e, per eccitarsi, deve trovare immagini sempre più forti. Così dal video erotico si passa al video che contiene scene di sesso, poi a quello che mostra il sesso di gruppo, poi a quello che contiene pratiche malate come il sado-masochismo o il feticismo e… dopo? Alla fine si arriva al sesso “animal”. Infatti leggo, sempre dalla precedente fonte, che

sembra essere in netto aumento la pratica dei rapporti sessuali con animali, al punto che il fatturato derivante da siti internet, video hard e film a pagamento si aggira intorno ai 50 milioni di euro l’anno. Ogni anno appaiono sui siti online circa 4.000 annunci di persone che cercano ed offrono sesso a pagamento con animali e ben 15.000 siti pornografici offrono materiale scaricabile.

3. Per i motivi che i lettori del nostro sito avranno ben compreso, l’élite inserisce in ogni prodotto destinato alle grandi masse, dei messaggi più o meno subliminali per spingerci all’accettazione di comportamenti sempre più malati. Tale subdola propaganda riguarda anche il sesso con gli animali. Già nel 1992, uscivano foto come questa:

La signorina nuda che abbiamo censurato è Madonna. [INIZIALMENTE AVEVAMO RIPORTATO UNA FOTO MA GRAZIE ALLA SEGNALAZIONE DI UN UTENTE NEI COMMENTI, ABBIAMO DECISO DI RIMUOVERLA] Nella foto originale indossa solo i guanti, un mini perizoma e una coda. È più che esplicito il riferimento al sesso con il cane. Anche il fotografo autore di questo e altri scatti simili, disse di aver fotografato Madonna nelle sue fantasie sessuali… Che schifo. Eppure le associazioni di animali non dissero nulla, Madonna continua a essere considerata una “Star” e milioni di ragazze di diverse generazioni tendono a imitarla…

Ma esistono anche altri messaggi meno espliciti. Ve ne mostrerò uno solo ma ne siamo circondati. Alcuni sorrideranno ma c’è ben poco da ridere. Cliccando qui vedrete la locandina di un videogioco famosissimo conosciuto in tutto il mondo: Resident Evil 6. In tanti si sono accorti del messaggio subliminale ma la maggior parte di loro lo ha sottovalutato. Alla luce delle considerazioni fatte fin qui, per voi è un semplice “scherzo” inserire nel “6” della locandina l’immagine di una donna “molto vicina” a una giraffa o si tratta di un tentativo di condizionamento? NB un messaggio subliminale del genere, ovviamente, non fa venire la voglia di andare con una giraffa ma è un piccolo input che si deposita nel nostro cervello, nel nostro inconscio e, se considerato all’interno del bombardamento quotidiano a cui siamo sottoposti, può rivelarsi, come minimo, diseducativo. Tra l’altro, nel logo giapponese del gioco è ben visibile anche la scritta “SEX” in alto a sinistra.

 

Concludo con gli spot televisivi. Questa è un’immagine dell’ultimo spot di Oliviero Toscani, in cui “uomini animali” circondano sensualmente una donna. L'”artista” è recidivo: già nel 2010 aveva realizzato questo: