Privacy Policy
domenica, 26/6/2016 | 9:03 CEST
Lo Sai
You are here:  / Featured / Propaganda / Roma: il libro per gli asili che sta scandalizzando il web – FOTO
roma libro per bambini

Roma: il libro per gli asili che sta scandalizzando il web – FOTO

– di Daniele Di Luciano –

Su Facebook è stata pubblicata questa foto che mostra due pagine di un testo che viene utilizzato in un asilo di Roma.

Proviamo a metterci nei panni di un bambino e analizziamo le due didascalie.

I bambini non sanno come nascono i bambini. Sono creature innocenti che si fidano delle risposte degli adulti, dei maestri e dei libri.

Con questo testo il bambino scopre che qualcuno (non sappiamo chi, dato che manca la pagina precedente) ha messo qualcosa (non sappiamo cosa) nella pancia di Meri, dove ha incontrato l’ovino. L’ovino, in questo caso, non è una pecora.

Margherita (che non è un fiore) ha cominciato a crescere!

Margherita ha due mamme. Questa affermazione fa credere al bambino che un neonato possa avere due mamme. Gli adulti sanno bene che qualsiasi neonato può avere solo una mamma e un papà. I due “ovini” delle mamme non potranno mai generare un bambino. Per far nascere un bambino occorre un “ovino” ma anche un “semino”. E le mamme non hanno i semini.

Gli adulti dovrebbero sapere che da qualche parte ci dovrà essere un donatore di semini e quell’inseminatore sconosciuto è il papà di Margherita.

Margherita ha una mamma, Meri e un papà, l’inseminatore misterioso.

Invece ai bambini viene insegnato che Margherita ha due mamme: solo una l’ha portata nella pancia ma entrambe, insieme, l’hanno messa al mondo.

Come possono due donne mettere al mondo, insieme, un bambino? Ovviamente non possono. Ma i bambini non lo sanno e, fidandosi dei grandi, inizieranno a pensare che due mamme possono mettere al mondo, insieme, un bambino.

Conclusione: [le dua mamme] sono i suoi genitori [di Margherita].

Con quanta disinvoltura si cambiano i significati delle parole. Sembra di essere finiti dentro il famoso romanzo di Orwell. Con la differenza che in 1984 il Ministero della Propaganda era più efficiente e non lasciava tracce.

Nella Treccani, alla voce genitore, leggiamo ancora: Colui che genera o ha generato, quindi il padre […] Più com., nell’uso, il plur., per indicare insieme il padre e la madre.

Il presagio di Chesterton si sta avverando: sguaineremo spade per dimostrare che le foglie sono verdi in estate.

il libro per gli asili che sta scandalizzando il web