giovedì, 23/10/2014 | 4:40 CEST
Lo Sai
You are here:  / Altre Notizie / Estero / Altissima tensione in Corea. Oggi iniziano le manovre militari tra Usa e Corea del Sud.
1kor

Altissima tensione in Corea. Oggi iniziano le manovre militari tra Usa e Corea del Sud.

di  Alessandro Avvisato

 

Oggi iniziano le manovre militari tra Usa e Corea del Sud. Pyongyang avvia la mobilitazione. Dichiarato concluso l’armistizio siglato sessanta anni fa. Clima tesissimo.

Il giornale ‘Rodong Sinmun’ ( www.rodong.rep.kp ), quotidiano ufficiale del Comitato Centrale del Partito dei Lavoratori della Corea, scrive che “Le nostre unita’ militari, l’esercito, la marina, e l’aeronautica, quelle anti-missile e le forze di lancio dei missili strategici, che sono gia’ nella fase finale di approntamento della guerra totale, stanno aspettando solo l’ordinale finale d’attacco”.

Il clima di tensione è schizzato verso l’alto nella penisola coreana alla vigilia di 10 giorni di manovre militari simulate tra le forze armate Usa e quelle della Corea del Sud e a 9 giorni dall’inizio di esercitazioni militari congiunte “sul campo” tra le forze sudcoreane (10.000 soldati) e statunitensi (3.500), nome in codice ‘Foal Eagle,. Le manovre sono iniziate il primo marzo e proseguiranno fino alla fine del mese.

Il presidente sud-coreano, la signora Park Geun-Hye, ha riunito il gabinetto ministeriale questa mattina, il primo da quando ha assunto le sue funzioni due settimane fa, sullo sfondo di una crescente tensione con la Corea del Nord. Il presidente ha giudicato la situazione “molto grave” e ha promesso di rispondere “con fermezza a qualsiasi provocazione” del regime di Pyongyang.

La Corea del Nord ha interrotto il “telefono rosso”, il canale di comunicazione con Seoul in caso d’urgenza. Dopo il voto della settimana scorsa dell’Onu con l’approvazione di nuove sanzioni, Pyongyang ha fatto sapere di considerare ormai nulli “tutti gli accordi di non aggressione tra Nord e Sud”. Il Rodong Sinmun, il quotidiano del partito comunista nord-coreano, ha annunciato nella sua edizione di oggi la “fine completa” dell’accordo di armistizio del 1953.

 

Fonte: www.contropiano.org

email